giovedì 6 luglio 2017

COME DISTRUGGERE DIO USANDO LA FALSITA'




QUANDO L'UOMO VUOLE 
UCCIDERE DIO 

Un amico mi ha sottoposto questo testo e cercherò con qualche aiuto ;) di dimostrare che esso è tendenzioso e falso.


____________________________________


Articolo qui: http://www.utopia.it/creazione_dio_big_bang.htm

Riporterò solo alcune parti, perchè tanto è inutile rispondere a tutto, ma prima di tutto dovremo pensare sempre a cosa serve un testo di questo tipo, quale sia la sua finalità o scopo.
dal contenuto del testo e delle pagine allegate ad esso, si comprende che la prima motivazione è quella di guadagnare soldi, visto che la gente è molto attratta dallo spirito in generale e visto che l'orientamento di questo secolo, è quello verso la magia e la liberalizzazione dalla condizione di "schiavitù" di un a religione monoteistica. Quindi non c'è una motivazione reale di voler far del bene all'umanità in modo libero, ma di arricchirsi su queste cose, ma l'arricchimento è lecito oggi giorno, anche sulla spalle di una fede o di un Dio, che tanto dal tono e dalla parole dell'autore ben si capisce non gliene frega proprio nulla, anzi traspare un odio profondo, quasi viscerale direi demoniaco, per come è esposto il testo e per la presenza di frasi che sottolineano anche la derisione verso Dio, un vero ateo, forse anche peggio. Cercherò di rispondere e di dimostrare che questo testo è pieno di falsità ed inesattezze scritte di proposito per influenzare, non tanto l'ateo, quanto il credente che spesso è superficiale e banale nei suoi pensieri e ben poco crede, ma che è molto attratto dallo spiritismo e quindi affascinato dall'ottenimento di miracoli a buon prezzo, senza tanto faticare, per cui il cristiano prima di tutti gli altri, è disposto anche a non credere se qualcuno con molta astuzia ed abilità mescola il vero al falso, prendendo solo quello che gli fa comodo, per distrugger e il contenuto non solo del testo biblico, ma sopratutto la persona e/o lo spirito di Dio, usando proprio la ragione e la scienza a proprio vantaggio. 

Iniziamo questa lettura che sinceramente mi viene solo il volta stomaco, ma bisogna rispondere.
___________________________________________________________________


"Perché Dio non ha creato l'universo?"
"Per la Bibbia, l'acqua esisteva prima della Creazione"


Dio aleggiava sulle acque prima della Creazione "


..............................

Questo individuo tralascia di proposito la primissima parola del testo Biblico Cei del 74 detta Bibbia di Gerusalemme che dice:

"In principio era Dio" 
oppure come si trova in altre bibbie: 
 "In principio Dio"

E' la stessa cosa non cambia nulla. 


Il mettere in principio indica che prima di tutte le cose esistenti sia nel visibile che nell'invisibile, esisteva solo Dio, già solo queste 4 parole distruggono di fatto tutto le panzate che questo soggetto ha scritto, perchè infatti lui non parte dalle primissima parole ma da dove gli fa comodo, per poter distruggere la persona di Dio, perchè questa è vera finalità il vero scopo fondamentale di questo individuo. Non vorrei essere al suo posto quando sarà morto, ma affari suoi, i preoccupo di quello che persona leggono e capiscono, perchè il danno è questo.

Quindi dire in principio era Dio, è la stessa parola che troviamo nel primo capitolo di Giovanni quando dice la stessa cosa: " In principio era il Verbo, il Verbo era presso Dio
e il Verbo era Dio. ect"  il verbo è il termine che sostituisce la parola Dio, visto che il verbo da solo senza l'unità che lo emette non ha senso di esistere, come tutti sanno il verbo è la parola cioè il suono e il pensiero che esercita un controllo su quanto è attorno ad esso., quindi un potere.  ma senza la presenza di un essere che esplica questo suono il verbo non esiste, per cui oggettivamente e giustamente sia in Genesi che in Giovanni 1, la presenza di Dio come entità, persona, e deità è principale a tutto  e questo fa si che tutto il resto del testo è sottoposto alla sua presenza volontà. Quindi Dio era l'entità principale assoluta che esisteva da sempre prima che tutto fosse creato nella materia visibile quanto invisibile e questo tizio pretende di sapere l'insondabilità di Dio, belle presunzione. 

"creò il cielo e la terra.", La terra era informe e deserta e le tenebre ricoprivano l'abisso e lo spirito di Dio aleggiava sulle acque." 


Stiamo al testo come è scritto senza cambiare l'ordine degli addendi, come ci fa comodo. 

dice creò prima il cielo cioè lo spazio e poi la terra.
ma nel testo vi è anche scritto che prima della terra vi è un altro elemento, l'acqua, lo si comprende bene da quello che è scritto nel restante del testo biblico. 
Ora vi faccio un semplicissimo ragionamento, molto ovvio, che però la gente non si pone mai quando legge. Se fosse vero che l'acqua era il primo elemento, ancora prima del cielo, dove poteva essere contenuta se lo spazio non esisteva? 
Ecco vedete che è logico il ragionamento Biblico, deve esserci stato prima lo spazio o chiamato cielo, è la stessa cosa non cambia nulla, per contenere l'acqua , altrimenti non sarebbe potuta esistere senza uno spazio che la conteneva, mi pare logico vi pare!!! IO non son mai riuscito a riempire uno spazio che non esiste, con dell'acqua, mi servo sempre di un contenitore nel quale posso mettere quest'acqua, la stessa cosa vale per la terra.

Poi dice che il secondo elemento creato è la terra, però il termine terra non intende dire che è il pianeta ma la materia nel suo insieme reale, cioè l'universo  intero, questo s'intende e anche l'universo dove lo contieni se non esiste uno spazio per contenerlo? 
Ovvio e connaturato che serve uno spazio. 

  1. Quindi prima il cielo che noi chiamiamo spazio. 
  2. Dentro a questo spazio viene creata la materia che sia creata prima la terra e poi il resto poco importa, ma è fondamentale che la materia tutta viene creata dentro allo spazio chiamato cielo. 
La cosa interessante di questa prima parte del testo è che prima della terra(materia); cielo(spazio) esisteva solo Dio, questo è il fondamento assoluto, ed esso non abitava in un cielo o spazio realizzato per un essere materiale, cioè reale come lo intendiamo noi, per la nostra dimensione e concezione. Egli viveva fuori da questo contesto della materia in effetti Egli stesso si definisce ad Enoch  uno spirito e come tale non ha fisicamente bisogno di uno spazio come il nostro cioè materiale, per esistere, esiste indipendentemente dallo spazio materiale,  se esiste o meno, questo significa che Egli è fuori dalla realtà materiale in cui noi viviamo e questo spiega anche qualcos'altro.


"La terra era informe e deserta e le tenebre ricoprivano l'abisso e lo spirito di Dio aleggiava sulle acque." 

Questa frase ci fa capire una cosa importante che l'acqua esisteva già prima che le terra o materia fosse formata, ma certamente non esisteva prima del cielo cioè spazio, perchè non vi era il recipiente per contenerla. 

Potremo anche dire questo il cielo è un elemento maschile e l'acqua è l'elemento femminile, dopo tutto se osserviamo bene, l'acqua senza il cielo non esiste, come è anche per la nascita di un figlio che ha bisogno del suo involucro per essere contenuto, il quale nasce e si sviluppa nell'acqua la quale è contenuta in un contenitore, la terra che è la materia è in realtà il figlio dell'unine dell'acqua con il cielo. Questo discorso lo spiego meglio in un altro mio articolo (qui).  Dopo tutto, la parola cielo è anche il "soprannome" di Dio che viene chiamato Padre celeste e non è un caso che se lo spazio viene chiamato Cielo, non è per nulla un caso che Dio lo chiami così. 

Quindi l'acqua è il secondo elemento della creazione e non il primo come vuol far credere questo individuo, per spiegare le sue irragionevoli e illogiche teorie dettate non certamente dallo Spirito Santo, ma semmai da satana.

 
Per altro notate una cosa, il discorso che fa questo individuo, esclude categoricamente la prima farse della Genesi, perchè è quella che gli distrugge di fatto tutta la sua teoria strampalata. egli parte direttamente dalla seconda, perchè, per un motivo molte semplice si è reso conto che la prima frase gli va contro, per cui doveva per forza di cose tralasciarla, ma questo significa che il soggetto autore di questo libro tendenzioso e non per nulla logico, e che si appoggia frottole e menzogne, così si comprende bene quale sia la vera motivazione del test stesso. 


"La Bibbia descrive la vita di Dio prima di creare il cosmo: Jahvè viveva nel buio e si muoveva sulle acque. "

Quando una persona non ha in se lo S.Santo, dice fesserie e soprattutto non sa ragionare con la logica, almeno umana.  abbiamo visto che Dio non vive e non viveva nella materia che non ha bisogno di un tempo per esistere, esiste fuori dal tempo e dallo spazio, come abbimo visto in principio esisteva solo lui, questo cosa ci fa capire che se Dio è luce, esso viveva della sua luce, quindi nel suo "spazio non spazio" la sua stessa luce illuminava ed illumina tutto, non ha bisogno di nessuna luce, diversa da se stesso. per cui Egli non abitava nelle tenebre lo si compre proprio dalle parole stesse, che sua nel testo, leggiamo bene..

"4 Dio vide che la luce era cosa buona e separò la luce dalle tenebre"

Questo passo fa capire che le tenebre già esistevano prima che la luce venne nella materia e venne creata, ma noi non stiamo parlando di quando la materia fu, ma di un tempo precedente quando la materia e il cielo non vi erano, non avrebbe mai usato l'espressione tenebra se questa non esisteva. Per cui egli era già luce e solo luce esisteva, nemmeno le tenebre esistevano. Quindi la sua realtà, è in realtà tutta a piena luce, le tenebre si sono determinate dopo la creazione dell'acqua, e quindi dopo la creazione del cielo, abbiamo quindi: che prima c'è Dio, sempre esistito,  dopo il cielo, poi l'acqua, poi le tenebre ed infine la materia cioè la terra. 

Aleggiare sulla acque non significa quello che questo signor qua dice, perchè aleggiare significa volare e il verbo volare si rifà al verbo muoversi, e non farsi portare dalla nuvoletta di acqua per altro vi è scritto esattamente così:

". le tenebre ricoprivano l'abisso e lo spirito di Dio aleggiava sulle acque."

Intanto bisogna capire cosa sono le tenebre, il fatto stesso di usare la parola al plurale non indica lo spazio come tenebra, cioè l'oscurità dello spazio profondo e non è il buio come ha fatto credere questo autore del piffero, che non è nemmeno capace di capire quello che vi è scritto, ma indica l'oppositore di Dio, cioè i demoni, sono loro le tenebre a cui il testo allude.
 
Infatti poi dice, le tenebre non hanno accolto la luce, questo è chiaro il senso, la Luce è Dio e le tenebre sono il maligno. 

Quindi cosa significa quella frase?

"separò la luce dalle tenebre "
Fa anche capire che per separare le tenebre dalla luce c'è voluta una guerra.  
Questa frase allude alla guerra dei cieli avvenuta prima della creazione dell'uomo, quando Dio separa, (indica distacco)  la luce che è Lui stesso e il suo regno dalla tenebre che sono contro di lui, cioè satana e i suo demoni. Stesso senso che da Gesù quando afferma cosa egli è venuto a fare sulla terra separare il bene dal male.
 

"Ora che cos'è l'abisso:"

L'abisso è una vastità sulla quale le tenebre cioè i demoni hanno potere, questo s'intende, può essere benissimo una parte dello spazio stesso.  L'abisso è una zona quasi senza fondo, sicuramente oscura, che i demoni stessi ricoprono perchè esso non sia visto, praticamente l'abisso è occultato. 


"e lo spirito di Dio aleggiava sulle acque." 

Qui non dice se l'abisso fosse pieno d'acqua oppure l'acqua fosse in altro luogo, ma dice solo che Dio vola o sorvola le acque, ma il fatto di dire che aleggia cioè vola sopra, indica che queste acque si trovano sotto in basso rispetto a Dio. Quindi era contenuta in una depressione uno  spazio.  

Non dimentichiamoci mai, la condizione di Dio che è, di uno spirito e non di essere materiale, per cui la materia non ha presa su di Lui, la Sua natura gli consente di volteggiare e passare attraverso alle cose, per cui è ovvio dire Egli aleggiava o si muoveva sopra le acque. 

Cosa s'intende per ricoprire, non s'intende quello di coprire qualcosa, ma di occultare di non far vedere, questo qualcosa;  il termine coprire significa anche porre una copertura, cioè qualcosa che impedisce la vista.



"Ci troviamo nella fase della pre-Creazione, cioè PRIMA del primo giorno della Creazione poiché dominava il buio (le tenebre) mentre la luce fu creata il primo giorno della Creazione (Genesi 1,3-5)."

Come vediamo questo tizio vuole a tutti i costi far credere quello che a lui piace dire ed affermare un sacco di frottole.


Non a caso, quando Dio vide la luce si accorse che era una “cosa buona” giacché nel periodo della pre-Creazione viveva nel buio e conosceva solo il buio."

Ecco dove sta la mala fede, vuole far credere che Dio vivesse nel buoi, cosa assai strana per un essere incorporale, che ha un altro metro di visualizzazione della realtà e che per lui il buio non esiste, visto che Lui stesso è la luce. 

Tuttavia, PRIMA del primo giorno della Creazione già esisteva l’acqua perché Jahvè aleggiava sulle acque che invadevano lo spazio vuoto. Non solo. L’acqua, a differenza della luce, non è stata mai creata bensì separata nel secondo giorno (Genesi 1,6.7) e pertanto la “separazione” conferma che l’acqua già esisteva prima della Creazione."


Come ho detto sopra questo personaggio non capisce che la natura di Dio, non è materiale, egli continua a ragionare come se Dio fosse un essere umano, in questo non accorge che tutto questo suo pensare è vano. Che l'acqua per essere tale, deve riempire qualcosa cosa, altrimenti se non esiste uno  spazio o cielo che la contiene, non riempie proprio nulla e quindi non esisteva prima della formazione dei Cieli. Questo è il dunque imporrante l' acqua è il secondo elemento. può assere anche stata separata dalla terra in un secondo momento, ma non contra proprio nulla, perchè è stata creata dopo il cielo. Quindi l'acqua o il vapore o il ghiaccio, non esisteva senza lo spazio vuoto del cielo, perchè non poteva essere contenuta in nessuno luogo, questo è un dato di fatto inoppugnabile.



"Dio separò ma non creò

Esaminiamo ora la separazione delle acque con il commento del biblista G. Ravasi:

■ «Nei primi giorni Dio crea separando e disgiungendo… le acque sotto il firmamento dalle acque sopra il
firmamento». (G. Ravasi, Le sorgenti di Dio, Ed. San Paolo, 2005 - pag. 43)

■ «L’atto creativo è concepito come un intervento divisorio…».
(G. Ravasi, Bibbia CEI, Ed. San Paolo, 2009. Prima nota - pag. 28) ► TESTI EDITORIALI

È un commento ovattato perché mescola la creazione con la separazione per non dire che “Dio non creò”. Nella separazione non c’è Creazione in quanto già esiste l’elemento da separare [l’acqua]. In parole povere, il secondo giorno fu eseguita la divisione delle acque (tra sopra e sotto il firmamento) adoperando l'acqua che già esisteva prima della Creazione."

Ancora il nostro autore vuole inculare nella mente del lettore le sue eresie e le frottole che va raccontando irreali e illogiche che non seguono nessuna logica del testo Biblico, ma vuole solo far credere a quello che a lui fa piacere credere, una menzogna. 

Qui vuole far credere che Dio non crea ma separa solo; come  ho già detto senza lo spazio fisico dove contenere qualsiasi cosa, neppure l'acqua poteva essere contenuta, nemmeno l'aria o il vapore. Per cui decade miseramente questa sua teoria strampalata. 

Continua a dire che l'acqua esisteva prima della creazione senza rendersi conto, che non può esistere nella nostra realtà fisica materiale perchè è di questo che stiamo parlando, non di giuggiole, l'acqua può solo essere contenuta in un invaso  o uno spazio anche immenso ma sempre un contenitore è, senza lo spazio l'acqua non esiste, questo è logico, razionale ed è questa la verità!!! 

Faccio un esempio, che forse qualcuno capisce meglio, se io ho due bocce una è vuota l'altra è piena, e voglio riempire tutte e due con acqua, la prima si riempie e la seconda no, perchè è già piena di qualcosa, questo cosa significa che la prima boccia è il mio spazio vuoto e la secondo boccia è uno spazio pieno dove non è possibile riempirlo di nulla, è lo stesso esempio del spazio e del non spazio; lo spazio è vuoto e si può riempire, mentre il non spazio non si può riempire, perchè non esiste. Per cui prima di Dio non esisteva l'acqua come vorrebbe far credere questo furbetto autore, che poi tanto furbetto non è. Quindi Dio esiste da sempre nel suo principio e nel principio dei principi, quindi in eterno, poi viene il cielo cioè lo spazio materiale fisico quello dove noi risiediamo, poi viene l'acqua che è contenuto un questo cielo-spazio, poi le tenebre separate dalla luce che è Dio stesso ed infine la terra, cioè la materia è tutto molto logico e razionale e consequenziale non c'è irrazionalità ne illogicità in questo discorso, mentre in quello che vorrebbe alludere questo autore è totalmente illogico.  



Mi tocca rispondere proprio a tutte le fesserie che certa gente s'inventa? 


"La funzione dell’acqua

Perché Dio aveva bisogno dell’acqua?
Per la scienza biblica era inconcepibile restare sospesi nel vuoto senza un punto di appoggio. 
Lo spazio vuoto (l’abisso) era considerato una voragine senza fine mentre l’acqua fungeva da nuvola galleggiante per sostenete Dio nel vuoto. Inoltre, l’acqua conviveva con Dio perché considerata elemento indivisibile e primordiale, dalla filosofia presocratica sino alla scoperta molecolare di Lavoisier."


Non ho mai sentito tante cassate tutte assieme..


Questo tizio dovrebbe chiedersi dove ha trovato nel testo biblico della genesi del primo capitolo la presenza di una nuvola... che non c'è. 



"Tutto questo lo possiamo osservare negli affreschi della Cappella Sistina che raffigurano il testo biblico: Dio è sempre avvolto e sorretto da una nuvola d’acqua, sia prima che dopo la Creazione. Nell’affresco del Giudizio universale, anche Cristo e la Madonna si poggiano su una nube che li tiene sospesi in aria. E così tutti gli altri personaggi."






Intanto le nuvole terrestri sono solo fatte di acqua, non ho mai visto una nuvola fatta di segatura che certa gente ha intesta. 

Come possiamo vedere dalla risposta che da, Dio non sarebbe capace neppure di stare sollevato senza una nuvoletta di vapore acqueo, la cosa è assai ridicola visto che nel testo della genesi non c'è scritto perché volava sulla nuvola. dice solo che aleggiava, cioè volteggiava o volava come una libellula, un colibrì,  ma nell'aria sopra queste acque, sono stato abbastanza chiaro? Non inventiamoci la presenza di nuvole che non ci sono nel testo.  

Semmai questo trizio, si è ispirato ai dipinti di certi artisti che non riuscivano ad immaginare un Dio senza l'appoggio, a quel tempo era effettivamente difficile immaginarsi un Dio che volava libero, per cui questi dipinti dimostrano solo l'incapacità degli artisti di aver una visione di Dio soprannaturale e quindi una condizione umana, la quale esprime la nostra incapacità di capire e comprendere la realtà soprannaturale di Dio, ma alle volte si pongono le nubi, per una questione di abbellimento e non perchè vi erano. Lo faccio pure io quando dipingo aggiungo le nubi perchè danno un senso celestiale e di soprannaturalità, non ce nulla di strano, se metto in un Cielo un tizio, pare che precipiti, nessuno pensa che sta volando a meno che non gli faccia le ali o lo ponga in una posa come superman, ma un uomo ritto in piedi non da proprio il senso di volare. Un esempio similare è gesù che cammina sulla acque, praticamente è la stessa cosa, cambia solo l'elemento che invece di essere aria era acqua, ma a tutti gli effetti Gesù volava nel camminare sulla acque.  Anche questa condizione di Gesù sotto l'ottica di gente incapace di capire, è una condizione irreale e certamente irrazionale, ma non stiamo parlando di un essere umano, ma di un Dio, che è ben diverso. 



"D’altronde, dopo la risurrezione, Cristo salì in cielo per mezzo di una nuvola d’acqua (Atti Apostoli 1,9), necessaria per compiere l'ascensione, nonostante la sua onnipotenza. In verità, Cristo è ancora in viaggio sulla nuvola d'acqua e mai giungerà ai confini dell'universo, in continua espansione alla velocità della luce."

ahahaha, mi fatto ridere questa parte... Cristo è viaggio...ahahahahah


"L'impedimento divino è confermato nel Salmo 104,3: «Costruisci sulle acque la tua dimora, fai delle nubi il tuo carro». Il brano sembra un’ovazione mentre in realtà rivela le incapacità di Dio a restare sospeso nel vuoto perché la nuvola d’acqua è una sorta di “aeromobile acquifera” senza la quale Jahvè non può aleggiare, pur essendo un Essere spirituale. Il che è ancor più grave. Non a caso, “innalzarsi in aria” è il miracolo che non c’è mai stato essendo inammissibile per la scienza divina."


Il male secondo questo individuo sta nel fatto che Cristo sceglie di ascendere al cielo cioè al Padre suo mediante una nuvola , secondo questo tizio tanto intelligente, la nuvola sarebbe un limite all'Onnipotenza di Dio, mi chiedo se questo tizio o qualsiasi essere umano è capace di poggiare si suoi piedi su una nuvola senza ritrovarsi sfracellato al suolo. Tante volte in montagna quando cammino sulle vette, mi ritrovo immerso nelle nubi, non mi è mai capitato che una queste mi buttasse di sotto, sono sempre passato attraverso, quando mai una nuvola è solida, forse si confonde con il gelato forse ne ha mangiati troppi. Che le nubi possano creare ghiaccio lo sappiamo, ma mai muri di ghiaccio se no precipiterebbero subito al suolo... Oh Signore cosa mi tocca sentire...

Intanto prima di tutto per rendere la nuvola solida c'è bisogno di un potere altrimenti la nuvola non può sorreggere nessuno, quindi se Dio usa la nuvola come appoggio significa che essa è stata modificata in modo tale da esserne un utile mezzo, ma questo testimonio proprio che Dio è Dio, nessun essere umano è capace di consolidare una nube senza nessun mezzo che lo aiuti a far ciò. 
 

Quello che mi sconvolge maggiormente non sono le baggianate di questi autori del piffero, ma la gente che gli va dietro, senza pensare alla cretinate che questi asseriscono, alle illogicità e irrazionalità assurde, asserire che un essere vivente come Dio non possa servirsi della natura delle nuvole per modellarle a suo piacimento è veramente assurdo. Mi dimostra qualsiasi essere umano specie questo tizio che è capace di cavalcare le nuvole, poi lo verrò a trovare al cimitero. 

Scusatemi non si possono  sentire queste idiozie...

Quello che distrugge la tesi di questo tizio è chiedersi come mai la Città Celeste fatta di puro cristallo possa volare nel cielo, un astronave di quasi 2300 km di lato un cubo immenso, se non è Dio a farlo volare mi chiedo come possa rimanere per aria... altro che nuvole. 


Da questo testo sottostante si capisce la formazione mentale di questo tizio, un ateo vero e proprio, ma senza nessuno senno e nessuna logica razionale. 

"L’acqua dopo il Big Bang

Oggi sappiamo che la molecola dell’acqua si è formata un miliardo di anni dopo il Big Bang e pertanto l’acqua non poteva esistere prima dell’origine dell’universo. Tra l’altro, nell’acqua ci sono il peso, la temperatura, gli atomi e quindi c’è il volume dello spazio e lo scorrere del tempo. Inoltre, dove c’è acqua già esiste la vita della natura. Pertanto, cronologicamente parlando, Dio è nato un miliardo di anni dopo il Big Bang."

Ma quante balle dice, e questo crede che la scienza gli dica la verità, visto che fino al secolo scorso gli archeologi pur di trovare l'anello mancante tra l'uomo e scimmia hanno reato per fino falsi pur di attestare che Dio non esiste, suvvia la scienza ha propinato al mondo tante di quelle frottole che quando emergerà la verità, verrà distrutta. 


Altre cazzate del testo me le risparmio... 


Mi risparmio di perdere tempo dietro a queste farneticazioni di un tizio che ha il solo scopo di insinuare come un serpente malefico il dubbio che Dio,  Cristo, gli angeli non esistono. 
Inoltre non solo questo, non ama Dio ed anzi lo odia visceralmente, ma non ama neppure l'essere umano, perchè il il fatto stesso di insinuare menzogne serve per distruggere le certezze di fede che purtroppo non ci sono in gran parte de fedeli, questo tizio odia anche il genere umano, per cui perchè dovrei dargli il mio consenso; se volete compere il libro in forma comica fatelo pure, ma personalmente buttar via i soldi invanamente con una stronzata del genere me lo risparmio. 

Non capisco come possa un editore serio dar credito a queste farneticazioni, capisco che fa gola solo il danaro oltretutto il nome della casa editrice la dice lunga.


Ribadisco solo questo chi insegna falsità e le sostiene dannando il mondo, otterrà da Dio la condanna che gli spetta. Mi fanno pena solo le persona irretite da costoro. 

venerdì 2 giugno 2017

DA VEGGENTE A DIAVOLO



COME UN VEGGENTE PUÒ PERDERE I SUOI DONI E DIVENTARE UN DIAVOLO


Un amico di facebook Claudio Lodovichetti mi ha segnalato alcuni casi, ma come si vede ogni giorno le persone mi chiedono di aiutarli a capire tanti aspetti, io non mi sottraggo a nulla, se posso, cerco di aiutare le persone a vedere sia con gli occhi della logica, che con quelli della fede dove si celano gli inganni, fintanto che il Signore mi darà la possibilità di farlo.

Come ho già scritto, un veggente, profeta, può perdere i doni ricevuti, certamente si, come può anche fingersi veggente, e come può invece che essere preso da Dio, può essere preso da satana; sappiamo infatti che verso la fine dei tempi , un periodo di tempo di una certa lunghezza, di cui precisamente non si conosce il numero d'anni, perchè sicuramente sono abbastanza, sorgeranno molti falsi profeti e cristi, che avranno il compito di distrarre i veri credenti e lo stesso clero, dalle vere parole di Cristo, e portali verso altri lidi facilmente accettabili per quel periodo storico, nel quale molte saranno le tensioni e le problematiche sociali, com'è anche oggi. Per cui il fiorire di falsi veggenti, sarà segnato da grandi prodigi, tanto grandi da confondere il clero stesso, e anche gli esorcisti saranno nella confusione, crederanno che quella data persona sia veramente di Dio, quando magari è del maligno, questo avverrà perchè Dio concederà al maligno grandi poteri, da poter ingannare anche gli eletti, come vi è scritto, per cui queste sono prove per attestare chi tra questi eletti, clero e profeti è capace di distinguere il vero dal falso. Ma da quello che si vede oggi giorno, perfino gli esorcisti prendono cantonate, perchè Dio sta permettendo a satana di usare tutto il suo potere per conquistare il mondo, sia religioso che laico. La permissione di Dio, è ovvia, perchè Egli il Creatore il Padre Onnipotente, vuole testare i suoi eletti e i credenti in  Lui, vuole vedere quanti lo sono realmente in anima e corpo e mente, e per far ciò li porta agli estremi della loro resistenza, permettendo al maligno di agire come egli credere. Quindi come ho sempre detto, Dio non tenta, c'è il maligno che lo fa, ma lascia e permette la prova. Noi dobbiamo solo superare la prova, che è nella tentazione del maligno, ovviamente il maligno conosce benissimo ogni nostra minima sfumatura, e dal nostro passato che gli è sempre presente, ricava i nostri peccati più profondi, vede i nostri veri intenti e sa e capisce dove vogliamo giungere realmente, ogni nostro pensiero per il futuro nostro è già passato, per cui lui lo conosce, sa se vogliamo far del bene o far del male e usa quanto noi desideriamo, contro di noi, o a favore nostro, dipende se quanto desideriamo è a favore suo, cioè nel male e nel peccato, o contro di lui, quindi a favore di Dio e del prossimo. 

Ricordiamoci prima di tutto, che Dio è contro gli abomini, contro ogni perversione, che non attesterà, ne confermerà mai cose contro natura. Però c'è da fare una piccola precisazione, Dio è contro l'atto sessuale, in senso generale del termine, è favore solo e solamente da Lui accettato l'atto per la procreazione, ma non l'atto di divertimento, che diventa un peccato, molto di più se questo atto sessuale è condotto verso e con una persona dello stesso sesso, o verso i più piccoli  o innocenti, come bambini e persone deboli.  Però non è contrario agli atti di affetto tra le persone, per esempio un forte sentimento di affetto tra un uomo e una donna è da lui considerato normale, ma allo stesso modo anche tra gli amici, tra maschio e maschio, basta che non ci sia sesso, allora è favorevole a qualsiasi atto d'amore.
L'uomo confonde facilmente l'amore con il sesso, invece Dio distingue ben chiaramente le due cose. Purtroppo la nostra società ci ha portato a confondere l'amore con il sesso, per cui quando si parla di amore sembra che si parli di sesso, invece per Dio amore, è Amore, e sesso è Sesso, sono due aspetti completamente in opposizione l'uno rispetto all'altro. Dio contempla tutti i tipi di amore che siano solo unicamente atti di affetto, verso i proprio simili e verso la natura che ci circonda, come anche verso Dio stesso. Ma aborrisce tutto quello che è puro sesso, senza la finalità di portare frutto, cioè creare nuova vita, noi in sostanza siamo creatori, perchè Dio ci ha resi creature del creatore, quindi creatori a nostra volta, ma in modo diverso da Lui, abbiamo in noi il seme della creazione. Uomo e donna, sono creatori al 50%, perchè secondo quanto Dio ha stabilito possiamo creare una vita, quindi siamo creatori di noi stessi. L'albero maschile incontra l'albero femminile per produrre frutto.

Dopo questa premessa vediamo il caso in questione che è un esempio molto preciso.

Riporto parti del testo:


"Oggi Vincenzo ha quarantatreenne anni, vive all'estero ma da piccolo aveva frequenti visioni mistiche della Madonna (“un ovale perfetto, sopracciglia folte, labbra carnose, olivastra in viso”), fu studiato dalle autorità ecclesiastiche e seguito da controlli medici, diventando una vera celebrità nell'originario paese cosentino di diecimila anime."

In questa descrizione c'è qualcosa che non va, nella raffigurazione di questa madonna, che come io la vidi e la vedo, non ha affatto labbra carnose, ne sopracciglia folte, alla maniera delle popolazioni del sud d'Italia o di certe zone dei paesi arabi. 


---"della personalità di Vincenzo che si confessa davanti alla videocamera, con sincerità disarmante, svelando uno sconvolgente segreto che, come dice il regista Mollo, “da bambino l’ha privato della possibilità di sognare”

Questo fatto di confessare con tanta disinvoltura e senza nessuna vergogna l'essere omosessuale, per un veggente è un atto gravissimo, perchè non stiamo parlando di una persona normale, ma di un messaggero di Dio, e questo va a ledere Dio, non la persona, il fatto che questo Vincenzo lo ha fatto con tanta nonchalance fa capire che dopo tutto di Dio non gli interessava proprio nulla e contava invece manifestare quello che egli sentiva essere, non solo ma questo modo di fare, plateale serviva al Vincenzo per farsi vedere, per lanciare il suo bigliettino da visita. 


"Sono impressionanti le crisi mistiche del crosiota Vincenzo già da adolescente, gli spasmi durante le visioni in cui rivive la Passione di Cristo con tanto di stimmate, gli svenimenti davanti a statue della Madonna, circondato da centinaia di persone che organizzavano lunghi pellegrinaggi per vederlo.

Fino a qui, pare che sia tutto vero, ed è probabile che fosse effettivamente, forse probabilmente era riuscito a reprimere le sue pulsioni sessuali. 


"Vincenzo si è poi innamorato del suo migliore amico, trasferendosi a Roma e partecipando al Gay Pride, scatenando così lo sconcerto nell'intellighenzia cattolica. 

Fino al momento che satana gli ha tirato un bello scherzetto. e come tutte le cose che sono eccessive, poi si finisce per cadere nella brace, specialmente se non si è mai rivelato a nessun confessore di aver questo difettino, lo si comprende bene dal fatto che tutti lo consideravano un santo, questo significa che il clero non sapeva nulla delle sue passioni e tensioni interiori, se avessero saputo sicuramente sarebbe stato ridimensionato subito prima ancora che se ne uscisse con la sua dichiarazione. 


L’ultimo incontro con la Madonna, più di vent'anni dopo la prima visione nei pressi della sorgente di Cuppo, in cui la Vergine approva il suo amore per un uomo, ha una potenza ineffabile: vale più di mille prediche, e potrebbe aiutare a sdoganare l’omosessualità nella Chiesa sulla scia del rivoluzionario e coraggiosissimo coming out di Monsignor Charamsa.


Questa è una deduzione impossibile, la madre di Dio, MAI e dico MAI e MAI approverebbe una cosa che è contraria alla legge di Dio, NON esiste, solo spiriti demoniaci presi dal demonio, possono dire queste cose, sono supposizioni di uomini che vogliono vedere nella Madre di Dio una persona che  avvalla la sessualità verso lo stesso stesso, ASSOLUTAMENTE NOOOOOO!!!! 



COME DIO HA SEMPRE DETTO L'OMOSESSUALITÀ' È IN ABOMINIO A LUI, FIGURIAMOCI SE NON LO E' ALLA MADRE DI CRISTO, E' LO STESSO UN ABOMINIO.



Ovviamente vediamo in che sito viene scritto questo testo di omosessuali, per cui ovviamente ben si capisce dove vogliono parare, sporcare la Gran Madre di Dio, per renderla agli occhi del mondo non più immacolata, attenzione cari amici che questo è il vero scopo di tali insinuazioni distruggere il Dogma dell'Immacolata... come io stesso ho già detto tempo addietro.. e ci stanno provando in tutti i modi. 


"La Madonna dice a Vincenzo: “Io sono tua madre, la mamma di tutte le mamme, sono qui solo perché voglio salvarvi e perché vi amo. L’unico vero peccato è l’assenza d'amore. Per lo spettatore sono brividi."

Se questo è il testo dell'apparizione, nulla c'è di male in esso, perchè non approva l'atto omosessuale ma dice solo, è peccato l'assenza di amore, ovviamente chi legge essendo che vuole leggerne sempre il male, dove male non c'è, parrebbe come sopra hanno scritto che la Madonna abbia in qualche modo avvallato l'omosessualità del Vincenzo per il suo amico, questo è assolutamente falso, la Madre di Dio mai farebbe una cosa del genere, mi sembra però strano che abbia rivelato a questo veggente in pieno stato di peccato, questa frase sapendo che essa sarebbe stata fraintesa. Anche se in essa non c'è nulla di peccaminoso  ne di male.  Non vorrei che sia un invenzione dello Stesso Vincenzo, per avere una qualche scusante o approvazione indiretta, sapendo che l'essere umano fraintende, per cui ci sarebbe anche una notevole dose di malignità.



«Ho visto la Madonna e m’ha insegnato ad amare il mio compagno di banco»

Terrificanti queste parole, di un insensato che ha versato su se stesso la sua stessa condanna, come ho detto la Madre di Cristo non insegna l'amore omosessuale, non insegna amare un uomo per amare Dio, assolutamente no, perché in questa frase c'è un senso maligno, si vuole far credere che Dio spinga i maschi a divenir gay, chi ha agito in questo modo non è stata la madre di Dio ma semmai la volontà di questo presunto veggente, che inizialmente era tale, ma poi per sua volontà propria è voluto diventare altro, facendo credere per giustificare il suo cattivo atteggiamento che Dio avvallava la sua relazione amorosa, con un uomo, ripeto questo è totalmente in antitesi a Dio, mai e poi mai questo potrebbe accadere . Per di più il Vincenzo Fullone ha fatto addirittura abominio innanzi a Dio unendosi civilmente con il suo compagno Alessandro. Per di più vive in medio-oriente, chissà se è ancora cristiano cattolico, ne dubito. Ora ovviamente si vuole far passare come normale questa vicenda, come un qualcosa da imitare, come se i veggenti per essere tali devono essere gay, ma credo che il mondo stia dando i numeri, compreso il clero compiacente. 

https://www.cinemagay.it/film/vincenzo-da-crosia/
Oltretutto i gay hanno pensato bene di farne un film ovviamente, per divulgare di più la cultura gay, e questo tizio si è reso complice di un misfatto gravissimo con la fede, perchè ha acconsentito di divulgare ed usare questa storia che pareva una cosa idilliaca mentre poi ha preso tutt'altri connotati direi diabolici. 

Oggi vanno di moda i preti gay, i veggenti gay, insomma tutto il mondo gay va molto di moda, e ben si comprende quale sia il vero intento voler far passare Dio per uno di questi, così la bestemmia e l'abominio è servita su un piatto d'oro. 


Ovviamente non esistono solo i peccati di omosessualità tra i veggenti, ma anche quelli di cupidigia, quelli di avarizia, bestemmia, ecc, i veggenti possono essere colpiti da tutti i peccati che esistono, come qualsiasi prete è preso dal peccato perchè anch'essi esseri umani, molti si arricchiscono, ..alcuni truffano, ecc, per cui non si veda il veggente come un santo, lo si veda come una persona normale, altrimenti si peccato di idolatria come dice Cristo:

"Maledetto l'uomo che confida nell'uomo" se confidate nel veggente o nel prete, invece che in Cristo sarete maledetti da Cristo. 



Altre storie simili nel passato:


C'è purtroppo da dire un aspetto che molti ignorano, dagli studi fatti in 2000 anni, pare che anche S.paolo avesse avuto di questi problemi di omosessualità come S.Agostino asserisce, nel corso della sua vita, sia prima che durante la sua conversione e anche poi, tanto che usò mascherare il suo problema parlandone come la spina nel fianco, e chiedendo spesso a Dio di liberarlo da tale condizione, forse proprio grazie a questo suo difetto grave, che poté capire la natura umana e corresse e combatte contro se stesso, vincendosi. Poi noi non eravamo presenti per attestare quanto lo fosse e come lo fosse, ma certamente si nota dai suoi scritti che aveva una certa avversione contro le donne, tipico comportamento proprio degli omosessuali. Questo ci fa capire un aspetto interessante della questione, fa capire che a Dio in certo senso vanno bene questi soggetti, ma se si sanno vincere, se riescono ad annullare la loro passionalità di uomini per uomini e la trasformano in amore verso Dio e verso il prossimo ma intenso solo unicamente come vero amore, non come sesso. Inoltre ricordiamo che il peccato non solo questo di natura carnale, serve per mantenere l'uomo in umiltà, se fossimo privi di peccato, non avremo bisogno di essere umili, perchè saremo senza macchia, quindi privi di peccato originale come lo era Cristo Immacolato. Infatti Gesù dice io cerco il peccatore, non chi non ha peccato.

Perchè cerca il peccatore?

Perchè il peccatore, ha delle caratteristiche migliori di chi non ha peccato, essendo che, chi conoscere il peccato, sa anche come difendersi da esso, e qui si può capire l'aspetto del peccato originale, finché Adamo ed Eva erano senza peccato non si videro nudi, quando assunsero in se il peccato, cioè la malizia, videro che erano nudi e si vergognarono della loro nudità da questo momento loro comprendono bene cosa sia fare il bene e il male ne capisco la differenza, cosa che prima non potevano capire, non avevano la capacità. Per cui il peccatore sa lottare contro il peccato cosa che, chi non lo possiede è totalmente avulso ad esso. In pratica se per una vita sei stato peccatore, per un altra parte della vita potrai essere santo, sapendo tu stesso annullare quello stesso peccato che ti ha tenuto lontano dalla Grazia di Dio, e il peccato peggiore nel sesso è quello dell'omosessualità peccato che è in abominio a Dio, per cui, chi sa vincere questo, conquisterà facilmente la gloria di Dio e avrà da Dio, molti onori, questo significa che Dio sa valutare molto bene quanto sia grande l'amore che un omosessuale sa dare agli altri ma in modo sbagliato, e si aspetta che faccia lo stesso solo usando l'amore e non le viscere, in pratica ha lasciato a S.Paolo il suo male perchè era quello la sua molla per rimanere casto, umile ed era quello che lo teneva santo. 

Se Dio avesse tolto la sua omosessualità=spina nel fianco gli avrebbe privato, del poter essere santo e non avrebbe più potuto aiutare i fratelli simili a lui. 

Oltretutto gli omosessuali, avendo essi, in essi di una natura ambigua, in parte anche femminile, sono maggiormente più sensibili dei normali, infatti sappiamo molto bene, che si percepiscono tra di loro, sentono se altri lo sono, o se i normali sono anche come loro, pur avendo una donna, per cui avvertono anche una latente omosessualità. Ma si deve sapere anche che gli omosessuali, sono molto vendicativi, e molto malvagi, perchè hanno in se il lato peggiore della perversione, quello satanico, per cui conoscono bene cosa sono e fin dove possono arrivare. Gli omosessuali hanno delle prerogative affettive più marcate che gli etero, sono più comprensivi, e hanno anche degli atteggiamenti mansueti che possono meglio essere plasmati che non gli altri. Dio questo sa tutto, eppure spesso sceglie costoro, per essere santi, proprio per le ragioni sopraesposte. Solo chi supera se stesso e fa un azione coercitiva su se stesso, cioè fa del male a se stesso, può divenire santo. Ora che non si vedano tutti coloro che vorrebbero essere santi dei gay, nella maniera più assoluta perchè taluni erano anche persone normali, però ci sono stati e ci saranno sempre. Come qualcuno recentemente ha detto che una parte dei santi erano gay, però attenzione quel pensiero esposto in quel modo, è stato posto da un soggetto maligno che vuole svalorizzare i santi, come persone normali e quindi abbattere costoro, perchè l'intento è quello di distrugge l'aspetto della santità, mentre per Dio la cosa è diversa, Egli vuole che il peccatore distrugga il suo IO vanitoso per trovare la mortificazione di se stesso nel suo stesso peccato, quindi accettare con umiltà, quello che si è, negando quello che si è, per divenire non un uomo, ma un angelo. 


lunedì 29 maggio 2017

ALTRA FALSA VEGGENTE...


Rosanna: messaggi diffusi via e-mail dal 2006, vive in provincia di Bergamo, riceve locuzioni da Dio Padre. Ha mandato varie mail con informazioni personali. I contenuti concordano col quadro profetico generale per questo tempo. Suoi messaggi compaiono nei libri intitolati “Parole d’Amore”, edizioni Gamba.

Mi è stato proposta la lettura di questi messaggi di una certa Rossana, (QUI) e solo dopo la lettura del primo di questi messaggi per dirvi con franchezza e assoluta sicurezza che sono tutti messaggi falsi, scritti dalla mente di questa donna, forse si appoggia ad altri scritti di altri che trova in rete e ad altre profezie, come ho detto oggi è facile scrivere messaggi che ricalcano le profezie più accreditate, basta copiarle, e il gioco è fatto, dando una rilettura diversa, ma sempre coerente a quelle, chi mai potrà sapere la verità, non certo l'uomo di chiesa che se non si appoggiasse ad indemoniati o santi la verità non la conoscerebbe mai. 
Si nota la curiosa assomiglianza con la Valtorta, nella coloritura esagerata dei testi, e nell'abbondante perdita di tempo per esprimere concetti semplici, si predere in arzigogolati pensieri, tipicamente umani.


Metterò solo il primo messaggio che si trova nella pagina: 



"7 giugno 2016
Amati figli, come i primi fiori primaverili spuntano negli angoli quasi nascosti, in ordine sparso nei prati prima di esplodere nel loro trionfo di fioritura in un oceano di pienezza, così voi figli miei carissimi che state portando avanti con fatica, fede e perseveranza il vostro compito verso la pienezza della fioritura dei tempi."


Questa frase non appartiene al pensiero di Dio padre, ma è un pensiero totalmente umano, il Padre Eterno  non si perde con queste chiacchiere inutili Il santo dei Santi, il Padre dei cieli, non si usa questi sotterfugi di parole inutili, per esprime un concetto semplice e basilare come l'affetto e l'amore per i suoi figli, espresso semplicemente con una sola parola, amore., queste sono tipiche coloriture di poeti umani, che esprimono il loro pensiero pensando che Dio parli così, invece non è affatto vero.

Per altro faccio notare che gran parte del testo è composto da frasi senza senso logico, che non portano a nulla e che nulla insegnano, con uso abbondante di parole fuori dal pensiero di Dio. 


2Molti di voi come quei fiorellini che sono le sentinelle in avanscoperta stanno accorgendosi di definire sempre più la loro coscienza, la loro identità spirituale, vedono che l’abbozzo del disegno in loro si fa sempre più definito, sanno chi sono ora e che cosa stanno facendo e per Chi; nel loro cuore sentono un battito nuovo che abbraccia l’universo e quasi sentono il respiro di migliaia di milioni di altri fratelli che stanno andando dove vanno loro, attirati dalla stessa luce. Anche i loro sogni fanno tuffi inconsapevoli nel futuro e nel passato con molta più dimestichezza del divenire cosmico e già si sentono creature nuove che possiedono dentro di loro i nuovi codici di pace, di fratellanza e di amore."

farneticazioni senza senso logico....tutto falso

"Questo tempo veloce ha un ritmo anomalo e nelle sfere celesti dove tutto è evidente, c’è fermento serrato di bene e di ultimi rantoli del male."

cretinate!!! tutto falso

"Molti sentono la loro spiritualità, si aprono nuovi orizzonti che servono a contagiare i semi dormienti di molte altre anime."

stupidaggini...tutto falso

"Tutto ciò che prima vi sembrava urgente, indispensabile, ora si dilata fino a spegnersi per seguire altri richiami che non hanno nulla di materiale."

fesserie, parole che Dio Padre mai i detto....tutto falso

"Scoprite tutti il luogo segreto in cui potete scorgermi, sappiate che Io Sono lì, dentro di voi, nell'ultimo angolo del vostro spirito e posso parlarvi, e voi potete udirmi; perché le grazie che vi concedo per questi tempi comprendono proprio la mia conoscenza attraverso la vostra ricerca dentro di voi, là dove è la Sorgente di vita, l’essenza prima del Tutto che chiama le proprie creature ad unirsi a ritrovare la strada del ritorno dopo la lunga quarantena senza di me, che vi ha causato solo male e disperazione e tanto dolore a me vostro Padre."

..tutto falso


"Rimante allineati alla vostra coscienza e non disperdetevi nelle cose del mondo che vogliono distogliervi e allontanarvi dal mio regno che vi spetta come eredi legittimi."

mi viene da ridere, allineati....ahahahah  ..tutto falso


Unitevi col cuore e la mente in preghiera profonda che nei Cieli si dilata fino a comprendere tutte le gerarchie angeliche, i santi che vi hanno tracciato il cammino, le anime rigenerate, la vostra santa Madre e regina che non ha uguali in tutto l’universo perché la sua essenza di Madre divina la rende unica e quando la pregate, lei col suo perfettissimo amore materno sublima i vostri balbettii in una maniera che voi nella vostra dimensione terrena non potete comprendere tanto alto e sublime è il suo ineguagliabile amore, la sua purezza illimitata, la sua sapienza e tutti i suoi attributi celesti che solo chi sarà degno un giorno potrà conoscere.


un sacco di frottole  ..tutto falso

Pensando a lei, cominciate anche voi ad amare chiedendole di poter un pochino assomigliarle, appoggiatevi a lei per affrontare le prove che verranno e lei da Madre vi aiuterà e proteggerà.
Vi dissi che sarete istruiti, siete i miei figli e vi amo e vi proteggo come la pupilla dei miei occhi. Voi amate tutti, siate caritatevoli e non avrete a temere nulla.
Vegliate e vigilate, siate accorti, onesti e fedeli, restate in allerta per non farvi sorprendere dal nemico e cercatemi sempre, rimanete “connessi” con me, lasciate andare tutto il resto.
Insieme vinceremo.
Vi stringo fra le mie braccia e vi pongo sul mio cuore, vi benedico con amore di Padre.


Scusate questa Rossana dice tante stronzate, delle fesserie che pochi simili a lei hanno detto...mi raccomando non comperate questi libri, non ce una sola parola che viene da Dio Padre, sono tutte eresie, tutte falsità anzi vorrei dire a costei di star ben attenta a cosa mette in bocca a Dio Padre, perchè poi la condanna sarà eterna, meglio che ritratti subito queste menzogne...

Pare che i concetti esposti hanno una parvenza di New age. 

domenica 21 maggio 2017

ESORCISMI MAI FATTI AI VEGGENTI DI MEDUGORJE


L'UNICO ESAME MAI FATTO L'ESORCISMO



In questo articolo si riporta i test eseguiti suoi veggenti di Medugorje che attestarono la loro autenticità dal punto di vista umano, ma come sappiamo i Francescani negarono alla Santa Sede, di eseguire l'esorcismo, l'unico e vero strumento in mano alla chiesa per attestare l'autenticità di chiunque dal delinquente al veggente o al santo, sia per quanto riguarda l'umana natura che quanto riguardo la parte spirituale. 


L'unico vero test, che i veggenti di Medugorje non hanno mai fatto ne all'inizio della loro attività di veggenti, ne in qualsiasi altro momento è l'esorcismo, dovrebbe essere fatto da fidati e seri esorcisti di provata fede e santità, dovremo chiedere ora, questo test, perchè è l'unico in grado di sciogliere qualsiasi dubbio.  Vedo che si evita tassativamente di farlo; qualsiasi esame psico-fisico per attestare una qualche veridicità passa sempre in secondo piano, quando il test dell'esorcismo manca, è proprio questo che taglia la testa al toro. Superato questo nessuno può più obbiettare, neppure il pontefice. 

Quindi io chiedo veramente con coscienza di causa che questi veggenti, come qualsiasi altro vengano oggi sottoposti ad un trattamento di esorcismi, ma non uno solo, ad una serie di esorcismi sia per verificare che quanto da questi, fatto in questi anni sia la verità, che quanto da essi scritto e visto è la verità, facendo in questo modo, si ottiene un risultato certissimo. Lo potremo chiamare a doppio cieco, in pratica, si  esegue una serie di esorcismi sugli stessi, non uno solo, lo sa bene un esorcista ben preparato il perchè, non basta uno solo, e anche un esorcismo di verifica usando un posseduto conclamato riconosciuto tale dalla chiesa, quindi una persona con vera possessione, per conoscere quanto di quello da loro hanno detto, scritto, o visto è verità, solo così si può conoscere se le loro parole anche in esorcismo erano vere, e se quanto da loro fatto, detto o scritto fossero tutte parole dell'apparizione o loro, oppure se i loro intenti  di accumulare denari sono stati fatti come da loro denunciato per scopi di pietà e misericordia verso i più poveri e deboli. Non serve a nulla chiedere un altro esame psico-fisico, ma un esame esorcistico si! Cosi si taglia definitivamente la testa a tutta la vicenda, questo si deve fare. E questo andrebbe fatto a tutti i presunti veggenti. 

Finché questo test, non si farà, questa vicenda rimarrà sempre, avvolta nel mistero e nell'incertezza e nessuno, neppure la Santa Sede potrà mai obbiettivamente e giustamente determinare la fine della questione e neppure la sua validità o autenticità. 

Ma temo che non volendo svelare la verità, si eviterà come la peste questo esame dell'esorcismo.