sabato 4 giugno 2016

Veggente Mario d’Ignazio!

Veggente Mario d’Ignazio!





Metto solo questo video, non per dar contro ma perché lo trovo giusto anche il discorso del veggente.

Mi è stato sottoposto da un persona questo veggente, Mario d’Ignazio oramai sono anni che tutti mi chiedono quali sono i veggenti autentici o meno, non posso non provare a vedere e capire se quanto è reale o meno. 
Ho letto e sto leggendo un po di cose, quindi non posso ancora dir nulla di preciso su di esso, non ho ancora un quadro complessivo, però il fatto di riceve l’eucarestia in bocca se questa si materializza innanzi ai fedeli è certamente segno di Dio, e quindi questo taglia la testa al toro che il veggente è autentico, anche se per ora non ho in questo un quadro complessivo, quindi per ora sarò prudente. 
I messaggi che fin ora ho letto sembrano autentici.

I ministri di Dio, alle volte, fanno il loro lavoro, anche magari spinti non del tutto da Dio, ma come è accaduto per S. Pio da Pietrelcina, gliene hanno fatto di tutti i colori, per cui non mi preoccuperei, proprio per nulla, anzi più sono contrari e più Dio spinge la gente ad andare da loro. Chi è con Dio vada avanti, se non prende danaro e non lo chiede vada avanti, spesso se i veggenti si oppongo a non sottostare alle volontà del vescovo locale, o del pontefice che sia è perché spesso è la chiesa ne vuole un beneficio sopratutto economico, perché ahimè è risaputo che in un modo o nell'altro i vescovi se ne avvantaggiano e questo Dio non vuole, per cui la scomunica fatta dal vescovo è aria fritta, visto come Cristo rispose a Pietro quando apparve sul Lago di Tiberiade parlando dell’apostolo che Egli preferiva di più su tutti, compreso Pietro, cioè Giovanni Evangelista dice: “posso io fare delle mie cose quello che voglio?” Ovviamente Si, questa risposta fa capire molto bene ed è esclusiva come monito per la chiesa del futuro, che non intralci la volontà di Dio, su i figli del mondo, questo fa capire che Cristo in barba a certa chiesa fa quello che gli pare, ricordo anche un altro discorso che Gesù fa ai sacerdoti del tempio quando parla, che loro sono responsabili di chiudere il tempo e impedire ai fedeli di poter accedere al regno di Dio, perché sanno che neppure loro possono accedervi; questo è un monito di Cristo contro l’anatema o scomunica, cioè Cristo dice chiaramente che nessuno si deve permettere di scomunicare chicchessia, ci penserà il Signore a tempo debito, visto che l’essere umano chiunque esso sia, non sa e non conosce il futuro di quell'essere umano. 


Mi chiedo perchè la chiesa scomunica chi porta o tenta di portare la parola di Dio, e non scomunichi invece la massoneria, gli occultisti, i comunisti, i nazisti, i fascisti, e non scomunichi i gli ecclesiastici che appartengono alla massoneria, visto che questi sono veramente il male del mondo, che corrompono la chiesa di Dio e suoi appartenenti? 

Ora Io non posso dire vero o non vero, anche se devo essere onesto, sono propenso a credere a questo giovane, però darò una valutazione complessiva quando avrò un quadro più chiaro. 

Ho trovato qualcosa che non va in questo… può essere solo che magari il veggente stesso abbia corretto e forse per comprensione del testo abbia aggiunto qualcosa.
Mario D'Ignazio : Gli Appelli Materni della Madonna a Brindisi.

Apparizione di Nostro Signore Gesù Cristo a Mario
(13 agosto 2012)
Nella luce infinita appare il Salvatore Gesù, seduto sul Suo Santo
Trono. Egli dice:
Ti benedico nel Mio Nome Santissimo e imprimo sulla tua
fronte il Mio Segno. Sono Io il Re della Pace e dell’Amore,
sono il Re della Vita. EccoMi nella luce del Padre Onnipotente ed Eterno. Sono l’Amore Fedele, per chiunque Mi invoca.
Presto farò Cieli Nuovi e Terra Nuova. La Mia promessa sta
per compiersi. Ogni dolore diverrà presto gioia. La luce della
Resurrezione avvolgerà le Nazioni. Trasformerò le lacrime in
sorrisi e ogni disperazione diverrà speranza. Sia la vostra vita
semplice e luminosa e pregna di carità.
Salite il “monte” della vita, cercando Me, Io vi guiderò al
Padre. Abbandonatevi al Mio Eucaristico Cuore. Evitate ragionamenti contorti perché nelle anime che hanno ragionamenti
contorti non ci sono Io. Siate come alberi, crescete sempre di
più verso la Luce. Sia Io il vostro Sole. Ti lascio la Mia Pace,
Piccolo della Quercia”.
Mario: “Grazie, mio Signore. Benedici sempre le anime di
chi accoglie Tua Madre ed esaudisci le suppliche di chiunque
viene al Giardino di Tua Madre, Nostra Ammirabile Signora”.
Nostro Signore: “Chiunque giungerà alla Santa Casa di Mia
Madre sarà accolto da Noi del Cielo, e sarà esaudito nelle sue
suppliche; se è volere del Padre. È un Angolo di Paradiso il
Giardino”.



Confermo messaggio autentico nel suo complesso, anche se la frase “Ti benedico nel Mio Nome" questa espressione potrebbe lasciar perplesso qualcuno, perché Gesù non benedice dicendo nel Mio Nome, perché è egli stesso è Cristo, però nel caso di una comunicazione potrebbe averlo detto per confermare maggiormente la sua presenza, o forse potrebbe essere stato il veggente o qualcun altro ad aggiungerlo forse per una migliore comprensione.

Però Cristo quando benedice non dice mai nel mio nome, dice solo ti benedico, il dire nel mio nome lo possono dire solo altre persone, ma dicendo (nel suo nome), non certo nel mio, come l’Immacolata Madre Sua, i santi, gli angeli, e noi umani, i sacerdoti, non Cristo. Invece Cristo potrebbe dire vi Benedico nel nome del Padre questo si, anche se Cristo e il Padre sono la medesima persona, ma disgiunti si!

Diciamo che questa espressione possiamo sorvolare, bisogna vedere chi l’ha inserita nel testo. Ricordo sempre a tutti i veggenti che i messaggi devono essere trasmessi come ci vengono dati e non devono essere mai ritoccati in nessun modo, altrimenti si altera il vero senso di essi.

sarà accolto da Noi del Cielo “

Da Noi potrebbe intendersi come esseri soprannaturali, cioè dal Figlio, dal Padre, dallo Spirito Santo, come esseri disuniti e dalla Madre di Dio e da ogni creatura che vive in esso.

Come vi avevo detto che avrei detto qualcosa in più con calma, ora posso dir questo qualcosa...

Alla luce di quanto ho potuto osservare fin ora, direi che non c'è nulla di vero in questo veggente, anche le recenti novità che ho potuto conoscere dalla rete sulla presunta transessualità del veggente, non so quanto siano vere o false.  Non posso dirmi a favore, visto che Dio è contro ogni genere di abominio, se fosse stato che da trans fosse tornato uomo avrei capito, ma che da uomo sia diventato prima trans e poi donna questo proprio non esiste, sempre che tutto quello che è scritto sia vero, perchè nella reti girano tante bufale, direi che se il Vescovo se ha scelto di pronunciarsi in certo modo ha fatto bene, per un questione di prudenza verso i credenti tutti, però, però bisogna anche vedere se la scomunica pronunciata dal vescovo sia valida, e quali motivazioni ci sono state per tale provvedimento così drastico, perchè come a me Cristo mi ha detto, se il vescovo scomunica per ingiusta causa la scomunica ricade su chi l'ha pronunciata, e se è vero che il veggente in questione ha ricevuto alcune volte l'apparizione di Cristo che gli ha portato l'Eucarestia, allora il senso della scomunica non è valido, e anzi sarebbe il vescovo stesso ad essere per Cristo scomunicato. Quindi direi che la vicenda è molto complessa e non mi sento di pormi dalla parte di nessuno, ma solo dalla parte di Cristo, come dice se non rose fioriranno e solo il tempo dirà la verità.

Oggi giorno dopo aver pur io insegnato come riconoscere i veggenti veri da quelli falsi e i messaggi egualmente è facile quasi per chiunque produrre un testo autentico tanto basta rimanere sulla scia di messaggi e testi conosciuti per per capire come scrivere qualcosa che appare vero e santo. Diciamo che in linea di principio appare vero, ma potrebbe essere prodotto da un elaborato attento e preciso. ma al tempo stesso essere falso. Anche perchè non vi è al suo interno alcuna rivelazione ne spiegazione della parola racchiusa nelle sacre scritture. Solo Dio conosce la chiave vera di lettura della scrittura per cui nessun falso veggente potrebbe mai conoscerla potremo dire che per stabilire se un veggente è vero o è falso si potrebbe chiedergli d'interpretare un passo della sacra scrittura ma non alla luce della conoscenza pregressa della chiesa ma alla luce della vera Parola di Dio, che solo lo Spirito Santo cioè Dio può fare.